About Us

00_Intro

Intro

Negli ultimi anni si sono succeduti molti esempi che hanno sdoganato e pulito la “fedina penale” dei graffiti insieme alla street-art, i quali stanno vivendo un periodo luminoso contaminato da più culture.
Quest’arte ha avuto dunque il giusto riconoscimento entrando in quello che è a tutti gli effetti il “mondo delle arti visive”, capaci di ritagliarsi spazi importanti nelle manifestazioni internazionali di arte contemporanea come la Biennale di Venezia o Art Basel di Miami.

PROGETTO START

La Città di Capannori ha stretto dal 2006 un legame con i graffiti e dopo una serie di progetti portati avanti negli anni, nel 2017 ha dato vita a StArt, un progetto di riqualificazione urbana grazie al quale sono stati definiti spazi da dedicare alla libertà creativa di “writer” e ad artisti visivi in genere, al fine di migliorare se non addirittura qualificare determinate aree. Insieme a “Let Colours Rulez.”, e da quest’anno anche insieme all’associazione “SOFA”, è stato avviato un dialogo tra i cittadini ed il territorio creando spunti di riflessioni sull’arte pubblica e su temi che essa può trattare. Il tema delle svastiche, per esempio, un progetto partito in parallelo, tenta di far luce sui temi del razzismo e dell’antisemitismo ancora vivi in alcuni, tracce ancora visibili, che con i graffiti vengono cancellate per da spazio ai valori di solidarietà, di fraternità e di uguaglianza.
Un altro aspetto importante è l’educazione ai graffiti, quindi un mezzo espressivo e non fenomeno vandalico. Il corso di graffiti tenuto al Centro Giovani di Santa Margherita, gratuito ed aperto a tutti, si prefigge proprio di introdurre la disciplina per svelarne tutte le caratteristiche propulsive e creative.

Il progetto StArt è arte pubblica, un’espressione visiva del nostro tempo.

Il progetto StArt è la Città di Capannori insieme al progetto Let Colours Rulez. ed all’associazione SOFA.

00_Progetto

Un Progetto di

Sponsor Tecnici